News & Events

Edilizia residenziale mediterranea, al via il Progetto europeo IRH-MED

Share this Post:
A Roma il meeting di avvio del Progetto IRH-MED (Innovative Responsible Housing in Mediterranean area) che intende promuovere un’edilizia residenziale capace di rispondere alle nuove sfide ambientali ed energetiche dell’area mediterranea.
Edilizia residenziale mediterranea, al via il Progetto europeo IRH-MED

Promuovere un’edilizia residenziale mediterranea capace di rispondere alle nuove sfide ambientali ed energetiche, rappresenta il principale obiettivo del Progetto europeo IRH-MED (Innovative Responsible Housing in Mediterranean area).

Di fronte al cambiamento climatico, alla scarsità delle risorse, alle implicazioni derivanti dalle costruzioni “insostenibili” e “precarie”, le regioni del Mediterraneo hanno sviluppato proprie strategie, senza promuovere un approccio comune nel settore dell’edilizia residenziale.

Il Progetto si propone dunque sia di promuovere la realizzazione di strategie politiche comuni e armonizzate in materia di edilizia innovativa nell’area del Mediterraneo, sia di contribuire al miglioramento e all’affermazione di modelli abitativi avanzati, in grado di rispondere alle sfide ambientali proposte a livello nazionale, promuovendo al contempo una vera e propria identità mediterranea.

Il Progetto, attuato nell’ambito del programma MED dell’Unione Europea, intende concretamente sviluppare azioni che contribuiranno a consolidare l’affermarsi di un’edilizia residenziale propria dell’area Mediterranea, incoraggiare l'utilizzo di modelli ecologicamente responsabili, creare nuove opportunità di mercato per le Piccole e Medie Imprese impegnate in questo settore di attività. In particolare l’azione di IRH MED è finalizzata a :

  • spingere il mercato verso un’edilizia residenziale innovativa mediterranea, attento alle tematiche dell’efficienza energetica invernale ed estiva, del risparmio idrico,….;
  • definire un Marchio di Qualità di edilizia residenziale innovativa mediterranea;
  • definire una rete di operatori, di produttori di materiali e di tecnologie per supportare l’avvio di tale mercato;
  • raccogliere le migliori pratiche nazionali ed europee;
  • definire linee guida in modo da promuovere l’edilizia residenziale innovativa mediterranea nella pratica corrente degli operatori pubblici e privati e nel quadro legislativo e degli incentivi locali.

Il Progetto, il cui meeting di avvio si è volto nei giorni scorsi, a Roma, presso la sede di Confcooperative, è coordinato dal centro Spagnolo di internazionalizzazionedell’impresa Catalana (ACC1Ó), coinvolge dieci partner in rappresentanza di istituzioni pubbliche ed enti di ricerca, provenienti da cinque paesi: Croazia, Francia, Grecia, Italia e Spagna.

Tre sono i partner italiani partecipanti al Progetto: il Consorzio Nazionale CasaQualità - struttura tecnico-scientifica di Federabitazione-Confcooperative-, la Provincia di Ravenna e la Regione Sicilia.

Il Presidente di Federabitazione, Ivo Cremonini, nel commentare l’avvio del Progetto ha sottolineato come lo stesso rientri nel quadro delle attività di ricerca promosse da Federabitazione e sviluppate dal Consorzio Nazionale CasaQualità, per rispondere, sia alla crescente esigenza di innovazione del settore, particolarmente presente nell’area meridionale del Paese, sia all’opportunità di realizzare interventi edilizi ecosostenbili, finalizzati a migliorare l'efficienza energetica e il confort abitativo e ambientale, per rafforzare la coesione sociale nei complessi urbani realizzati.

Giancarlo Tofanelli, Amministratore Delegato del Consorzio Nazionale CasaQualità nonché Responsabile Scientifico di Progetto, ha evidenziato come l’approccio IRH MED aiuti a preservare l’attrattività e la competitività delle regioni dell’area mediterranea, contribuendo ad aumentare il valore d’uso del loro patrimonio edilizio, a preservare e sviluppare l’intelligenza e l’unicità insita nella struttura costruttiva e abitativa di tale area.

Allo stesso tempo, secondo l’A.D di CasaQualità, l’approccio IRH MED consente di promuovere l’innovazione tra gli operatori del settore, indirizzandoli sempre più verso un’edilizia residenziale più rispettosa non solo delle condizioni geografiche e climatiche specifiche ma anche delle esigenze abitative dello spazio MED. Per contribuire a raggiungere questo obiettivo saranno messe a punto apposite linee guida, sarà organizzata una rete di operatori del settore, di produttori di materiali e di tecnologie, sarà definito un Marchio della “casa mediterranea” quale elemento distintivo di soluzioni abitative innovative, adeguate alle nuove sfide energetico-ambientali e soprattutto alle peculiarità culturali delle nostre latitudini.

Paese

I partner IRH-MED

Spagna

ACC1Ó- Centro di internazionalizzazione dell’impresa catalana

Ministero dell’Ambiente e Casa- Regione Catalana

Croazia

Istituto per l’Energia “Hrvoje Pozar”

Francia

Camera Commercio di Marsiglia

BDM Prides- Associazione “Edifici Sostenibili Mediterranei”

Grecia

CRES- Centro Nazionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico

Comune di Kallithea

Italia

Consorzio Nazionale CasaQualità

Provincia di Ravenna

Regione Sicilia

Commenti